ORMONI ANABOLICI E GUADAGNI DI FORZA E IPERTROFIA

Oggi voglio parlare di uno studio condotto dal ricercatore Stuart McPhillips, ench’egli noto nel settore e esperto in particolar modo sul metabolismo proteico.

Phillips con un suo studio precedente aveva dimostrato che in soggetti non allenati i carichi alti (quindi basse ripetizioni) e i carichi bassi (quindi alte ripetizioni) avevano prodotto guadagni di forza e ipertrofia simili in soggetti non allenati (principianti). Pertanto per determinare se lo stesso avveniva in soggetti allenati ha condotto quest’altro studio pubblicato a maggio 2016. Infatti spesso si sentono lamentele se gli studi vengono condotti su principianti, della serie: “aaah non valgono nulla quegli studi” ecce ecc. Beh in effetti può costituire una limitazione, tale da richiedere una conferma (come in questo caso) ma ovviamente non è che non valgono nulla!

OBBIETTIVO
L’obbiettivo dello studio era quello di determinare se quanto dimostrato nello studio precedente avveniva anche in soggetti allenati e se le concentrazioni sistemiche post allenamento degli ormoni anabolici erano correlate ai guadagni di forza e ipertrofia.

DESIGN
49 uomini con esperienza di allenamento con sovraccarichi hanno eseguito un programma di allenamento di 12 settimane in full body. I soggetti sono stati assegnati in modo casuale a un gruppo (HR) ad alte ripetizione, che utilizzava carichi del ~ 30-50% dell’1RM eseguendo circa 20-25 ripetizioni/set o a un gruppo a basse ripetizione (LR) che ha utilizzato carichi del ~ 75-90% dell’1RM e eseguito quindi 8-12 ripetizioni/set, con tutti i set sono stati eseguiti fino al cedimento muscolare.

Ovviamente prima e dopo lo studio sono state effettuati dei test per misurare la forza nei diversi esercizi, le misurazioni delle concentrazioni degli ormoni anabolici sia prima che dopo l’allenamento, è stata effettuata anche la biopsia muscolare e la scansione DXA.

RISULTATI
La forza massimale (1RM) è aumentata in tutti gli esercizi in entrambi i gruppi, non ci sono state differenze significative tranne che per l’esercizio delle distensioni su panca in cui l’1RM è aumentato di 9 kg nel gruppo ad alte reps mentre di 14 nel gruppo a basse reps.

La massa magra, l’area della sezione trasversa (spessore) delle fibre di tipo I e di tipo II sono aumentate senza differenze significative tra i 2 gruppi.

CONCLUSIONI
Questi dati dimostrano che in uomini con esperienza di allenamento con sovraccarichi, quando gli esercizi vengono eseguiti fino a cedimento muscolare, il carico non determina i guadagni di ipertrofia e per buona parte anche i guadagni di forza.

Quindi si può concludere che né il carico né gli ormoni anabolici determinano i guadagni di forza e ipertrofia mediati dall’allenamento con sovraccarichi.

Vorrei precisare una cosa: carichi leggeri e carichi alti hanno prodotto la stessa ipertrofia muscolare. In realtà questa verità era già nota da tempo, e sfata una serie di miti da spogliatoio!!

Tuttavia per quanto riguarda il fatto che i carichi bassi producano gli stessi incrementi di forza è un pò controverso in quanto altri studi hanno dimostrato che i carichi alti determinino un maggior aumento della forza massimale. Per quanto riguarda l’ipertrofia, almeno per quanto riguarda il breve termine, non ci sono dubbi che carichi alti e bassi producano la stessa ipertrofia

Share Button

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *