Volume di allenamento e Recupero

Aumentare il Volume di allenamento (n° serie x n° ripetizioni) è la chiave per ottenere continui miglioramenti, più un’atleta progredisce e più ha bisogno di volumi maggiori per creare nuovi adattamenti; tuttavia vi è un limite all’aumento del volume, superato un certo livello (il massimo volume recuperabile appunto:MVR) tutto quel volume non è più recuperabile pertanto inizia diventare controproducente.
Sentiamo l’intervento del dott. Israetel a riguardo:

“Le novità per gli atleti super avanzati e quelli più anziani sono peggiori, sfortunatamente.

Il volume teorico con il quale i loro tassi di adattamento saranno massimizzati può essere così alto che effettivamente supera il MRV (massimo volume recuperabile). Per esempio per ottene la massima crescita nelle loro gambe i Bodybuilder di alto livello potrebbero necessitare di un totale di 25 sets a settimana di duro allenamento per i quadricipiti. Dunque, quando erano principianti 15 set massimizzavano i loro adattamenti. Quando erano intermedi erano necessari 20 sets. Ma ora che sono superavanzati la loro fisiologia è molto resistente agli adattamenti ed è richiesta molta più stimolazione per massimizzare i tassi di guadagno. Sfortunatamente, i Bodybuilder molto avanzati (e quelli più anziani) potrebbero avere un MVR di 20 sets a settimana o persino inferiore. Cosa succede se puoi recuperare solo da 20 sets a settimana ma hai bisogno di 25 sets per crescere al massimo? In breve:non cresci proprio al massimo delle possibilità!

Questa realtà è una buona ragione per spiegare il perché gli atleti avanzati e quelli più anziani hanno bisogno di molto di più per assicurarsi di massimizzare il loro recupero per fare in modo che il loro MVR sia il più alto possibile. Gli atleti più giovani è probabile non siano limitati dal recupero, gli intermedi è probabile siano in grado di recuperare bene dai loro volumi che generano il massimo adattamento, ma gli atleti avanzati potrebbero essere in una situazione in cui il loro recupero è la più grande variabile da organizzare/sostenere. E’ per questi atleti (e questo gruppo include la maggior parte degli atleti di alto livello) per il quale il corretto/appropriato uso delle strategie per favorire il recupero fa le principali differenze significative.”

Tratto da una discussione teorica sull’influenza dei limiti del recupero sulla durata della carriera di un atleta (dall’imminente libro sul recupero)

-Mike

 

Share Button

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *